Lorem ipsum
Lorem ipsum

Festival dell’Osteopatia CIO: appuntamento a Parma il 18 giugno

Festival dell'Osteopatia 2022

Appuntamento sabato 18 giugno 2022 a Parma per la 2^ edizione del Festival dell’Osteopatia, l’evento organizzato in prossimità della Giornata Mondiale dell’Osteopatia che si celebra il 22 giugno, da CIO – Collegio Italiano di Osteopatia di Parma con il patrocinio di AISO (Associazione Italiana Scuole di Osteopatia) e con il supporto di numerose aziende (Chinesport, NaturaSì, Piccin, Adamah, Pianeta Azzurro, AVD Reform, Cooperativa La Giovane) e con la mediapartnership di Tuttosteopatia.it

Ventitré relatori, tre sale congressuali, una grande sala espositiva per sponsor e partner e un’area destinata ai poster scientifici.
Dopo il successo del 2019, con la partecipazione di circa 400 osteopati da tutta Italia, torna a Parma il 18 giugno 2022 il Festival dell’Osteopatia. Osteopati, medici, neuroscienziati, biologi, psicoterapeuti si alterneranno sui palchi per affrontare i temi di maggiore attualità scientifica e osteopatica nell’ottica di un dialogo professionale che vada nella direzione di una visione globale della salute del paziente.

Festival dell’osteopatia: il programma

Nella sala più grande, da 350 posti, si parlerà di ricerca scientifica “tra emulazione e innovazione” con il prof. Carlo Galli, di nuovi metodi elettrocardiografici per studiare il rapporto fra mente e cuore (prof. Stefano Rozzi), di materiali nanofiborsi per la rigenerazione di tendini e legamenti (proff. Alberto Sensini e Andrea Zucchelli), di “Low grade chronic inflammation e disregolazione della plasticità della matrice extracellulare” con il dott. Luigi Coppola, di masticazione e digestione (dott. Paolo Magnolfi) e di apnee notturne (dott.ssa Erica Campolongo). Una relazione a sale unificate sarà quella del prof. Carlo Ventura su “Staminalità e codice morfogenetico: dalla complessità molecolare all’anatomia su vasta scala”.

Un’altra sala sarà dedicata esclusivamente all’osteopatia, con relazioni su cefalea e postura (Franco Guolo, D.O.), tunnel carpale (Gina Barlafante, D.O.), il ruolo dell’acqua nei tessuti in osteopatia (Marco Verzella, D.O.), osteopatia e balbuzie (Michele Finardi, D.O.), fascite plantare (Luca Lombardi, D.O.). Saranno inoltre presentati i dati di una ricerca sul trattamento manipolativo osteopatico sul dolore pelvico cronico e dispareunia nelle pazienti con endometriosi sintomatica (Simona Melegari, D.O.).

In un’ulteriore sala saranno affrontati i temi: osteopatia e resilienza allo stress (dott. Luca Carnevali), le basi neuroscientifiche di un rapporto terapeutico (dott.ssa Elena Pattini), il trattamento manuale osteopatico nella sfera cardiaca (Nicola Barsotti, D.O.). Il prof. Ferdinando Paternostro parlerà di “Le reti della vita. Dalla complessità anatomica al movimento”, mentre l’osteopata Emanuele Botti relazionerà su “Dolore, nocicezione e disfunzione somatica. “Osso, emozione e coscienza” sarà invece il titolo dell’intervento di Diego Lanaro, D.O.

Per il programma completo, www.festivalosteopatia.it

Concorso Best Poster

Nell’ambito del Festival dell’Osteopatia è istituito il concorso “Best Poster”. L’autore/gli autori del miglior poster scientifico dedicato alla ricerca osteopatica, individuato da un selezionato comitato scientifico, avrà la possibilità di iscriversi gratuitamente o ad un prezzo scontato (a seconda del numero degli autori) ad un corso Postgraduate a scelta fra quelli in elenco nella proposta formativa CIO 2022/2023. Gli abstract dovranno essere inviati entro il 15 maggio 2022 alla mail segreteria@scuolaosteopatia.it. Tutte le info qui: https://www.scuolaosteopatia.it/festival/bestposter/

Iscrizioni – La partecipazione, riservata a osteopati, studenti di osteopatia, professionisti della salute e professionisti del settore, prevede il pagamento di una quota di 59 euro comprensivi di pranzo a buffet.

Ci si può iscrivere tramite la pagina www.festivalosteopatia.it o direttamente su scuolaosteopatia.salavirtuale.com (previa creazione di un account).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.